Battesimo di Gesù
E’ una rappresentazione anche questa limitata nelle maestà.  Fa riferimento a quando Gesù, già adulto, viene battezzato nelle acque del Giordano da S. Giovanni Battista  che con una mano versa l’acqua e con l’altra regge una croce al quale è legato un filatterio sul quale è scritto, generalmente, “Ecce Agnus Dei”

Presentazione di Gesù al tempio.
Episodio della vita di Gesù narrato dal Vangelo di Luca.: come prevedeva la legge ebraica per tutti i maschi primogeniti, quaranta giorni dopo la nascita il piccolo Gesù fu portato al Tempio di Gerusalemme per essere offerto a Dio

Orazione nell’orto degli ulivi
Episodio della vita di Gesù riportato con precisione dal vangelo di Giovanni: dopo l’ultima cena Gesù si ritira in meditazione e preghiera con gli apostoli in un luogo chiamato Getsemani  dove si trovava un uliveto ed un frantoio, fuori delle mura di Gerusalemme: in questo  luogo avviene il doloroso raccoglimento di Gesù consapevole della sua prossima morte.  Qui viene arrestato

Flagellazione di Gesù
Episodio della vita di Gesù, riportato da tutti i Vangeli, in cui si narra della fustigazione di Gesù che secondo l’uso romano veniva applicata con l’uso di strumenti particolarmente cruenti atti a provocare terribili lacerazioni e fratture.

la Passione

Crocifissione
In alcuni casi è rappresentato semplicemente Cristo in croce.   Altre volte è presente un insieme di vari personaggi: la Madonna, Maria Maddalena che abbraccia la croce e le gambe del Cristo, Sant’Antonio di Padova, S. Giovanni Battista.  In alcuni casi abbiamo trovato rappresentati S. Carlo Borromeo, S. Bartolomeo, S. Sebastiano.

Volto Santo di Lucca
Il Cristo crocifisso presenta caratteristiche iconografiche particolari: testa coronata, lunga veste manicata, quattro chiodi su di una croce rinforzata nella parte posteriore da un lungo arco (nimbo) che inscrive la croce stessa senza mai chiudersi, il calice sotto il piede destro, con o senza angioletti.  Gesù è sempre rappresentato abbastanza anziano.

la Deposizione dalla Croce

Compianto sul Cristo Morto
Con questo nome si identifica un soggetto dell’arte cristiana divenuto popolare e diffuso a partire dal sec. XIV.  Viene rappresentato Gesù dopo la sua deposizione dalla Croce e prima della Sua collocazione nel sepolcro. I personaggi presenti sono gli stessi che assistono alla Crocifissione a alla morte del Cristo: la Madonna, S.Giovanni Evangelista, la Maddalena, le pie donne, Giuseppe d’Arimatea e Nicodemo.

Risurrezione di Gesù
Rappresenta l’evento centrale dei Vangeli secondo i quali, tre giorni dopo la sua morte, Gesù risorse lasciando vuoto il sepolcro dove era stato composto il corpo.  In seguito comparse ad alcune donne che lo visitarono e poi anche agli apostoli

Ascensione
Rappresenta l’ultimo atto della vita terrena di Gesù che si conclude con la Sua ascesa al cielo, avvenuta, secondo gli Atti degli Apostoli, 40 giorni dopo la sua risurrezione.  Per questo l’Ascensione, che è festività religiosa, è normalmente collocata 40 gg dopo la Pasqua.  Si tratta di una celebrazione molto antica della quale si ha notizia a partire dal IV secolo.

Cristo Redentore
Nel teologia cristiana Gesù è a volte indicato come Redentore. Questo si riferisce alla salvezza che si crede egli abbia operato, e si basa sulla metafora della redenzione, o “riscatto”: con il suo sacrificio le forze mortali del male sono vinte, il peccato è perdonato, la contaminazione purificata e la nuova esistenza come amati figli adottivi di Dio è resa possibile.

Cristo (senza particolari attributi)
Si identifica in questo modo l’immagine di Gesù – in busto o a figura piena – priva di particolari attributi identificativi e non inserita in alcun contesto riconoscibile