Regione:Emilia Romagna
Provincia:Parma
Comune:Berceto
Dove è situata:strada
Dove è collocata:muro
Con il contributo di:
Maestà
Dimensioni (A x L):40 x 30 cm
Rilievo / Statuetta:rilievo
Materiale:marmo apuano
Iconografia:Il Santo, rappresentato frontalmente, nella classica iconografia: sembianze giovanili, vestito con un lungo ed ampio saio francescano, con corona e cordone pendenti, stretto in vita ad evidenziare il morbido panneggio delle vesti. Regge il giglio fiorito nella mano destra (di chi guarda) e nell'altra sorregge il Bambino, ritto in piedi ed ignudo, con una fascia stretta sui fianchi, a nascondere il sesso; i suoi piedi poggiano su di un probabile cuscino di forma sferica. Ambedue sono aureolati.
Classificazione:Sant'Antonio di Padova col Bambino
Tipo:Maestà
Data stimata:sec. XIX - prima metà
Stato di conservazione:Superficie consunta e con alcuni piccoli segni di trauma. Nei sottosquadri si osserva una colorazione più scura
Osservazioni:La maestà si trova in località Cò di Campo, nel centro storico di Berceto. Toponimo del tipo composto dal latino caput, 'capo', nel senso di inizio o fine di qualche cosa e dal latino campus, 'campo'. Il significato del nome è "limite del campo". Il nome potrebbe essersi fissato nella prima metà del XIII secolo. Nella casa che reca la maestà, è vissuto e morto don Giorgio Franchi, autore della cronaca bercetana che scrisse tra il 1545 e il 1557. Fu prevosto di Berceto al tempo di Troilo Rossi II (1547-1591)
Per Approfondimenti:Catasti Farnesiani (1507-1612), 29 ottobre 1598, p.135: "Don Giorgio Franchi habita a Berceto nelli retroscritti con casa e cortile compreso in un casamento detto a Cò di Campo nel quale vi hanno a fare molte persone et esso ve ne ha biolche 0 stare 46"
Data del rilevamento:29/09/2022
Rilevatore:Barbara Marchi